Ma dove vai se il Tecnico Sicurezza Laser non ce l’hai?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Almeno il 75% dei Centri estetici in Italia oggi non conosce perfettamente la normativa inerente la tecnologia laser a diodo, esponendosi così fortemente a rischio di pesanti sanzioni.

Sai quanto è importante conoscere la legge del settore?

La principale preoccupazione dei Centri estetici, solitamente, è quella di essere pronti dal punto di vista commerciale o tecnico, tralasciando uno degli aspetti fondamentali: la conoscenza della normativa che regolamenta il nostro settore e che è sempre più restrittiva e severa.

Ad esempio, se hai inserito nel tuo Centro estetico un laser a diodo il tuo fornitore ti dovrebbe aver informato che dal 2011 è obbligatorio un corso di formazione secondo un programma ben definito dal D. Interm. 206/2015, e addirittura dal 2008 è necessario dominare la figura del Tecnico Sicurezza Laser.

Chi è il T.S.L.

Infatti tutti gli operatori del settore che utilizzano il laser a diodo per epilazione (classe 4) devono obbligatoriamente aver frequentato un corso di formazione adeguato e, quando ci sono dipendenti o nella società c’è almeno un socio lavoratore, devono nominare il T.S.L. (Tecnico Sicurezza Laser) all’interno della loro attività.

Questo è quanto previsto COME OBBLIGO dall’attuale normativa: scheda 21/A del D. Interm. 206/2015, dal D Leg. 81/2008 e dalla Norma CEI 60825-1.

Il T.S.L., nominato solo dopo un adeguato corso di formazione e conseguimento del relativo attestato a superamento di un esame, è la figura che, all’interno del Centro Estetico, ha una precisa responsabilità per conto del datore di lavoro, ossia “sorvegliare costantemente l’attuazione delle norme ai fini della sicurezza delle persone e dell’ambiente nell’impiego quotidiano“.

Come deve essere un corso T.S.L. a norma?

Il programma del corso di formazione “a noema” deve essere ben preciso e delineato, non è sufficiente un’informazione approssimativa (da parte di un venditore o di una collega ad esempio) per accelerare i tempi.

Essendo il laser a diodo una delle macchine potenzialmente più pericolose che l’estetista può utilizzare, la legge richiede che venga determinato il valore di esposizione e si prevengano i potenziali danni della radiazione laser ai tessuti biologici, in particolare a occhi e cute che sono esposti al rischio della radiazione diretta.

Inoltre la normativa prevede la valutazione dei rischi per l’ambiente, correlati e collaterali: elettrici, chimici, d’incendio, d’uso di agenti criogeni e materiali cancerogeni, da contaminazione atmosferica, da radiazione collaterale.

Se ti piace questo articolo con i tuoi Amici

Condividi su facebook
Condividi su telegram
Condividi su whatsapp
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Cosa deve prevedere il programma?

Un corso ben strutturato deve comprendere questi argomenti principali:

  • Conoscenza delle caratteristiche del laser classe 4 di cui il TSL è responsabile e pericoli ad esso associati (l’estetista non può utilizzare altre tipologie di laser, come da D.Min. 206/2015);
  • Gestione della sicurezza del laser di cui è responsabile;
    Individuazione e demarcazione della Zona laser controllata sulla base della Distanza Nominale Rischio Oculare (di cui deve conoscere il significato) e delle caratteristiche dell’ambiente di installazione;
  • Verifica e predisposizione segnaletica di avvertimento, controllo dell’accesso;
  • Valutazione e gestione dei dispositivi di protezione individuale specifici per il laser di cui è responsabile;
  • Individuazione delle precauzioni da mettere in atto per assicurare che l’esposizione degli addetti sia inferiore ai livelli massimi permessi;
  • Stesura del regolamento di sicurezza laser specifico per il laser di cui è responsabile, che diventerà parte integrante del rapporto di valutazione del rischio (DVR).

Chi deve nominare il T.S.L.?

Il T.S.L. viene nominato dal datore di lavoro e non deve essere necessariamente un’estetista; quasi sempre è il titolare stesso che, oltre a quanto sopra indicato, deve gestire anche la mancata applicazione delle procedure di sicurezza.

Dubitate delle voci che circolano sul WEB. L’unica autorevole fonte è la Legge e pertanto ti invito a fare riferimento esclusivamente alla scheda 21/A del D. Interm. 206/2015, dal D Leg. 81/2008 e dalla Norma CEI 60825-1.

Quanto deve durare il corso?

La durata del corso per T.S.L. dipende dal tipo di attività in cui il laser viene utilizzato, nel caso dei centri estetici, che non utilizzano laser medicali o industriali, 8 ore è il tempo minimo richiesto dalla normativa.

Quello che devi valutare oltre alla durata è anche il supporto successivo al corso. Considerato che si tratta di argomenti non propriamente in linea con gli aspetti professionali, può capitare infatti di essere in difficoltà nell’applicare la normativa. In questo caso, avere dei professionisti disponibili a rispondere ai tuoi dubbi potrebbe fare la differenza nella scelta del corso più adeguato.

La mancata applicazione delle norme può essere sanzionata con multe fino a 15000 euro o, in certi casi, perfino la reclusione.

Dove posso effettuare il mio corso T.S.L.?

Il calendario dei corsi è sempre fitto ed è accessibile a chiunque su questo stesso sito. I corsi T.S.L. vengono svolti di norma con cadenza mensile. 

Puoi verificare le prossime date utili e prenotare il tuo corso T.S.L. cliccando QUI.

Clicca su

LASCIA IL TUO PARERE

Se hai domande o dubbi scrivi qui sotto e saremo lieti di risponderti

12 risposte

  1. Buongiorno Maddalena, grazie per la domanda.
    Non riguarda questo, la legge che dovrebbe entrare in vigore l’anno prossimo, e che è in cantiere da diverso tempo, riguarda le apparecchiature estetiche, che dovranno essere conformi a dei parametri molto più restrittivi (dovranno superare dei test tecnici simili a quelle dei macchinari medicali).

    Il T.S.L. è previsto addirittura dal 2008 a tutela tua, dei tuoi dipendenti e dei tuoi clienti.
    Quindi ogni centro estetico che offra il servizio di epilazione con macchinari di proprietà o a noleggio deve obbligatoriamente nominarlo.

  2. Il mio fornitore mi ha detto che la settimana prossima passerà a farmi il corso direttamente al Centro. A questo punto mi chiedo se il corso che mi farà ha valore legale.

  3. Buonasera Franco,
    una cosa è essere informati sulla normativa ed un’altra essere formati come prevedono le varie disposizioni che abbiamo citato nell’articolo.
    Mi rendo conto che c’è molta confusione in merito, e probabilmente il suo fornitore non ha ancora avuto modo di aggiornarsi, non è certo l’unico, c’è tanta mala informazione in merito.
    Come Lei saprà, la legge non ammette ignoranza, e ognuno di noi è tenuto a conoscerla e rispettarla., non ci fanno sconti.
    Affinché il corso sia valido ci sono alcuni requisiti da rispettare imprescindibili: la qualifica del formatore, il programma che è alquanto strutturato e l’esame che viene fatto durante il corso e protocollato in caso di eventuale verifica.
    Per qualsiasi ulteriore informazione sono a sua disposizione.

  4. Salve, ma se io il laser lo noleggio con operatore devo lo stesso fare questo corso? Non lo uso io ma una persona esterna

  5. Buongiorno Mary,
    il T.S.L. deve essere nominato, indipendentemente da chi sia l’utilizzatore del laser a diodo, in tutti i centri estetici che abbiano introdotto questa tecnologia.
    Mi spiego meglio, se l’operatore esterno colpisce negli occhi una sua cliente sarà il titolare responsabile a tutti gli effetti, perché significa che non sono state adottate tutte le misure si sicurezza previste
    Il T.S.L. è infatti la figura che vigila affinché tutto sia a posto e siano state prese tutte le precauzioni per eliminare danni o rischi di diversa natura.
    Il D. Leg. 81/2008 è legato alla sicurezza nell’ambiente di lavoro, non alla singola tecnologia,
    Se ha altri dubbi i contatti tranquillamente

  6. Buongiorno io fatto il corso laser e ad oggi noleggiamo la macchina stavo per effettuare il corso sulla Sicurezza laser eci hanno detto che bisogna avvalersi di un TSL ESTERNO .La mia domanda è io estetista posso fare il corso di TSL oppure deve essere diverso dalla figura dall’estetista? Grazie per la risposta buona giornata.

  7. Buongiorno, io ho cercato tra le leggi e le normative in vigore i riferimenti sia per l’obbligo effettivo e per il corso eventuale di formazione, ma non ci sono ne i requisiti del corso/docente per eseguire la formazione ne una legislazione che obbliga al famoso ASL/TSL.
    Potreste elencarmele cortesemente?
    Grazie mille

    1. Buonasera Daniele,
      La ringrazio per le domande.
      Nella pagina in cui presentiamo il corso T.S.L. sul nostro sito elenchiamo i tre riferimenti normativi, per sua comodità glieli scrivo anche qui: il D.M. 206/2015, che nella scheda 21/B fa riferimento alla norma CEI 60825-1, la suddetta norma europea CEI 60825-1 che, nell’elencare le classi laser e le loro specifiche precisa che il laser in classe 4 necessita della nomina di figura preposta al controllo della sicurezza, e il D. Lgs 81/2008 (che riguarda prevalentemente, ma non esclusivamente, chi ha dipendenti).
      Trattandosi di centri estetici, essi appartengono alla categoria di rischio basso, per cui sono sufficienti 8 ore di formazione.

      Nessun centro estetico che utilizzi il laser a diodo per epilazione classe 4 è quindi esente dalla nomina del T.S.L..
      Può trovare i requisiti dei docenti nel D.M. del 6 marzo 2013 (G.U. 65 del 18/07/2013) emanato in attuazione dell’art. 6, comma 8 lettera m-bis del D.Lgs 81/2008
      Questo per quanto riguarda i centri estetici, per i laser ad uso medicale il corso non è assolutamente il medesimo e non ce ne occupiamo.
      Spero di essere stata esaustiva, se avesse ulteriori dubbi mi ricontatti.
      Le auguro buon lavoro!

      1. Buonasera Chiara,
        il D.M. 206/2015 non specifica alcun corso formativo se non quello per l’utilizzo dello stesso macchinario effettuabile con il fornitore;
        La norma CEI 60825-1 definisce i requisiti della macchina e la sua classificazione con la nota di definire da parte del costruttore alcuni chiarimenti per i rischi e le note per la valutazione e che l’Addetto Sicurezza Laser (ASL) per i laser CLASSE 4 (INDUSTRIALI o MEDICALI) addetto della valutazione, controllo e supervisione dei
        rischi e delle apparecchiature come persona “competente” (cito: “Ad oggi non sono stati definiti specifici requisiti professionali per l’Addetto Sicurezza Laser” divulgazione Portale Agenti Fisici).
        Il D. Lgs 81/2008 non specifica ne la figura in oggetto ne la sua formazione ma tratta la sicurezza sul luogo di lavoro riguardante i lavoratori e quindi la valutazione di tutti i rischi comprese le radiazioni ottiche ma nessun ASL.
        Il D.M. del 6 marzo 2013 tratta in generale i requisiti formatori per la sicurezza e non in specifico quelli del docente per un argomento così “delicato” e complesso come i laser, valutazioni radiazioni ottiche etc.
        Dato che questo argomento potrebbe diventare problematico (in quanto a detta di fornitori di apparecchiature ed ASL/USL è in vigore solo in due o tre regioni con legge regionale) speravo che ci fossero magari maggiori approfondimenti ma trovo solo informazioni indiziarie e nulla di fatto.
        Grazie comunque

        1. Le leggi regionali integrano ma non sostituiscono quelle nazionali.
          Il D.M. 206/2015 indica espressamente, come norma di riferimento, la CEI 60825-1, la quale prescrive quanto le ho scritto nella risposta precedente, pertanto non ci si può esimere dalla nomina di una figura di controllo.
          Se desidera ulteriori approfondimenti credo che possa esserle utile leggere quanto riportato a questo link https://www.testo-unico-sicurezza.com/scheda-tecnica-responsabili-sicurezza-laser.html
          Per quanto riguarda il D.M. del 6 marzo 2013 resta riferimento finché non ci saranno ulteriori specifiche.
          Mi auguro che abbia trovato le risposte che cercava.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ebook-Conoscere-il-laser-a-diodo-Chiara-Marchi.png

Un nuovo e-Book della collana

"I manuali di EAC"

“CONOSCERE IL
LASER A DIODO”

Più lo conosci, meglio lo usi
i 10 segreti dell'estetista di successo Chiara Marchi Ebook gratis Wellness Project Group

I 10 Segreti dell'estetista di successo

Tutto quello che devi sapere per "gestire al meglio" il tuo Centro Estetico

Scarica ora il Codice Etico

Il manifesto delle Estetiste Efficaci

Stai per prenotare il tuo posto al
Master Tecnico Sicurezza Laser

Inserisci i dati sottostanti BLOCCA il tuo posto in aula

(Il pagamento avverrà direttamente in sede)

Inserisci i tuoi dati

E sarai ricontattato da un nostro consulente entro 48 ore